[...] Trieste è così. Come un rapitore che ti prende in ostaggio solo per farti osservare qualcosa. E tu ti ritrovi in silenzio a guardare il paesaggio, un po’ terrorizzato, un po’ affascinato. Dopo un paio di ore il sequestro finisce e rimani da solo in una stanza anonima di un hotel senza sapere cosa fare. Vorresti scappare, fuggire, denunciare tutto e tutti. Ma alla fine esci in strada sperando che qualcuno ti rapisca di nuovo [...].

Da "8 ore", 2018

Portfolio 

Opero da sempre nei campi del coordinamento progettuale-turistico, dell'animazione territoriale, della formazione, della consulenza turistica, della comunicazione generica e dell'ideazione e conduzione di eventi culturali. Di seguito alcuni dei clienti più recenti e alcune iniziative editoriali realizzate.